Kefir, benefici e proprietà nutritive

Il kefir è un antico alimento simile allo yogurt o al latte molto diffuso nella regione del Caucaso, già 100 anni fa. Si tratta di un alimento probiotico, altamente digeribile, ricco di proteine e di calcio. La fermentazione del latte avviene a seguito della miscelazione dei granuli di kefir, particolarmente ricchi di batteri probiotici “batteri amici” e lieviti proibiotici ( questi ultimi molto importanti perché aiutano a tenere sotto controllo nell’intestino alcuni lieviti patogeni, come la Candida).

Quali differenze ci sono rispetto al classico yogurt ?!

Mentre il classico yogurt è composto da latte vaccino fermentato da due soli tipi di batteri: Lactobacillus Bulgaricus e Streptococcus Termophilus., il kefir contiene decine di diversi tipi di fermenti lattici e lieviti buoni, in particolare contiene il Lactobacillus acidophilus, un batterio “buono” che rinforza le mucose intestinali proteggendole dall’attacco di sostanze e batteri nocivi.

Quali benefici si possono avere dal consumo regolare di kefir?!

I probiotici possono offrire i seguenti vantaggi:

– migliorare il rapporto con i batteri sani nell’ambiente del tratto gastrointestinale;
– trattare o prevenire la diarrea, specialmente dopo il trattamento antibiotico;
– trattare la sindrome dell’intestino irritabile o alleviare i sintomi;
– migliora la stitichezza
– ridurre o prevenire infezioni gastrointestinali;
– prevenire e curare le infezioni vaginali;
– prevenire e curare le infezioni del tratto urinario;
-aumentare le difese immunitarie;
– migliorare la digestione;
– previene delle infezioni (proteggendo da batteri indesiderati);
– Migliorare la memoria

Quali sono le sue caratteristiche nutrizionali?!

Oltre al contenuto di probiotici apporta:

calcio circa 150 mg per 100 g di prodotto

Fosforo

Zinco

Magnesio

vitamine (soprattutto B9 e B12)

proteine

L’apporto calorico varia a secondo del tipo di latte utilizzato: il kefir a base di latte di capra ha un apporto calorico superiore (circa 108 Kcal), a base di latte vaccino circa 74 KCal, con latte di soia circa 45 Kcal, con acqua è il meno calorico di tutti circa 20 Kcal.
Il tipo di latte usato può essere di origine animale (vaccino, ovino) oppure vegetale (soia, riso, mandorla, cocco, avena), ma può essere preparato usando anche solamente acqua, succhi di frutta o acque aromatizzate.
Può essere consumato anche dagli intolleranti al lattosio perché i lieviti e batteri digeriscono la maggior parte del lattosio lasciato dopo il processo di coltura.

Il kefir può essere consumato a colazione oppure a merenda, insieme a cereali (come fiocchi d’avena o farro soffiato),frutta fresca, frutta secca o semi oleosi.. oppure può essere anche usato per fare dolci, salse o dessert. Attenzione: nel caso si scelga uno yogurt di kefir (e non un latte o una bevanda di kefir) bisognerebbe sempre acquistare prodotto naturale e bianco, non addizionato di zuccheri e sciroppo glucosio e fruttosio, tipico dei gusti alla frutta.
E’ un prodotto ancora poco conosciuto, disponibile soprattutto nei negozi biologici, ma ultimamente lo si trova anche nelle più grandi catene di supermercati.